• Accademia del Benessere

Il potere della creatività e adattamento


È meglio avere ragione e perdere le battaglie della vita…o avere torto, e vincerle, qualche volta?

Menti illustri si sono dibattute per trovare la risposta a questo quesito.

Cosa ci fa pensare che avere ragione a tutti i costi sia sinonimo di forza, di grandezza, di superiorità?

Nei percorsi di consulenza e formazione che facciamo al fianco di chi guida le aziende, ci rendiamo conto che lo scoglio più importante da superare è la CAPACITA’ DI ADATTAMENTO, a cose piccole, in apparenza: le abitudini di ogni giorno.

” Abbiamo sempre fatto così, perché dovremmo cambiare?”

È la capacità di pensarsi in nuove abitudini che produce il cambiamento, o meglio l’adattamento a nuove condizioni.

Il tempo in cui viviamo, dove la Pandemia ci ha trovati impreparati, è sottoposto

a trasformazioni quotidiane, cambiano le esigenze dei clienti, cambiano i modi di lavorare, cambiano continuamente le tecnologie, cambiano i comportamenti delle persone, cambiano le regole, cambiano le risorse…cambiano le nostre energie…

Nella capacità di adattarsi sta la possibilità di evolversi, questo lo insegna il processo di evoluzione dell’Uomo, da quattro milioni di anni a oggi, non avremmo potuto mai arrivare fin qui come genere umano se non avessimo avuto l’apertura a nuovi apprendimenti, nuovi saperi, nuove forme di CREATIVITA’, attraverso la possibilità di cambiare le abitudini quotidiane, in funzione dei mutamenti esterni.

Ikujiro Nonaka e Hiroteka Takeuchi studiosi giapponesi nell’ambito dei processi organizzativi, hanno affermato,“Le incapacità di apprendere sono tragiche nei bambini, ma fatali nelle organizzazioni. A causa di tali incapacità, poche imprese vivono la metà di quello che vive una persona: la maggior parte muore prima di raggiungere i quarant’anni


Facile lamentarsi ogni volta che qualcosa non va come vorremmo, più difficile smettere di farlo e considerare le difficoltà come prove da superare, con elasticità mentale, creatività e positività.


Quindi adattarsi alle condizioni esterne e interne, essere disponibili a cambiare le proprie abitudini per apprendere e crescere.


Prerequisito: avere obiettivi chiari, definiti e verificabili, in assenza dei quali non possiamo tracciare la strada da percorrere e non sappiamo dove andare.


Questo periodo, davvero complesso, ci mette alla prova e ci consente, se lo vogliamo, di volgere a nostro favore le difficoltà, traendone insegnamento.

Qualcuno lo sta già facendo.


44 visualizzazioni

© 2019 Accademia del Benessere  -  by Chiara Bellocchi. www.chiarabellocchidesign.it