• Accademia del Benessere

Adriano Olivetti

Un esempio da seguire


Parliamo di un secolo fa, agli inizi del ‘900.

Adriano Olivetti è stato un grande imprenditore che ha lasciato una traccia forte del suo pensiero e del suo agire.

Un INNOVATORE, contro corrente se pensiamo agli anni in cui è vissuto e si è scontrato con il pensare comune.


Giudicato pesantemente e negativamente dai suoi “colleghi” imprenditori del tempo e osteggiato dalla sua stessa famiglia.


Il suo pensiero si esprime sinteticamente nei discorsi che faceva alla sua gente, i suoi operai:

"Può l'industria darsi dei fini?

Si trovano questi soltanto nell'indice dei profitti?

Non vi è al di là del ritmo apparente qualcosa di più affascinante,

una destinazione, una vocazione anche nella vita di una fabbrica?"


Così si rivolgeva agli operai Adriano Olivetti il giorno dell'inaugurazione del nuovo stabilimento di Pozzuoli.


Una persona dotata di grande CORAGGIO che nonostante i detrattori e i nemici dichiarati, ha portato bellezza, cultura e benessere nelle sue aziende.


Olivetti ha dimostrato come si può fare IMPRESA pensando alle persone che lavorano in quell’impresa, pensando anche alla loro vita al di fuori del lavoro (scuole, salute, formazione continua, cultura), creando un coinvolgimento completo a 360°, e soprattutto, valorizzando i TALENTI, dando spazio alla CREATIVITA’ individuale e di gruppo.


Tutto questo con un ritorno di sviluppo e innovazione sorprendente.

I numeri parlano chiaro, quando le persone sono soddisfatte si riducono l’assenteismo e gli infortuni, e la produttività si alza.


Nei decenni a seguire, sono stati fatti innumerevoli studi internazionali e altrettante verifiche di queste teorie applicate in Olivetti.

Ricercatori come Seligman, Bandura, Blanchard, Csikszentmihalyi, Gardner….


“Le persone soddisfatte di sé producono buoni risultati e i buoni risultati rendono le persone soddisfatte di sé”

Kennet Blanchard - Spencer Johnson –

scrivono nel 1981 l’One Minute Manager, un vero e proprio manuale-metodo vincente.


Un po’ di numeri

In un anno il lavoro ci occupa circa 1.920 ore, considerando 5 giorni a settimana per 8 ore, per 48 settimane; su un totale di 8.736 alle quali togliere le ore di sonno che sono 2.912 c.a.


Il resto, 3.904 per la famiglia, le relazioni sociali, il divertimento, le vacanze, lo sport…

Questa grande parte di vita lavorativa incide in modo importante sul benessere psicofisico e si ripercuote sulle altre aree dell’esistenza.

Quindi diventa essenziale che il lavoro sia soddisfacente, sia vissuto con coinvolgimento e che l’ambiente sia armonico e sereno.

Solo così si può parlare di Benessere Organizzativo.

AUTOEFFICACIA e AUTOSTIMA.


Tuttavia la realtà è ancora molto diversa, nella maggior parte delle imprese il lavoro è vissuto in altro modo, con frustrazione, insoddisfazione, ansia e demotivazione.


Adriano Olivetti è morto nel 1960, da allora abbiamo raggiunto traguardi tecnologici e sociali importanti, ma…perché ancora fatichiamo a seguire questo ESEMPIO?


Per fortuna ci sono IMPRENDITORI E IMPRENDITRICI ILLUMINATI che hanno compreso “l’importanza di dare importanza” alle proprie persone, che attivano programmi di crescita professionale attraverso la formazione continua e il coaching.


E i risultati si toccano, con incrementi di margini e fatturati.


Michele Ferrero

Per capire più da vicino i tratti umani e imprenditoriali dell’inventore della Nutella, basta leggere le 17 norme guida da lui redatte e indirizzate al suo personale.

Scritte oltre quattro decenni fa, le norme sono un piccolo vademecum che sottolineano il rispetto che quest’uomo aveva nei confronti dei suoi preziosi collaboratori.

Ecco la prima:

  1. Nei vostri contatti mettete i vostri collaboratori a loro agio (dedicate loro il tempo necessario e non le “briciole”, preoccupatevi di ascoltare ciò che hanno da dirvi, non date loro l’impressione che siate sulle spine, non fateli mai sentire “piccoli”, la sedia più comoda del vostro ufficio sia destinata a loro)…


Buon lavoro!


Per ottenere quello che vuoi servono strumenti specifici. E sono proprio questi strumenti quelli che Accademia del Benessere è in grado di fornirti.Tutto questo parte da: dalla sessione gratuita che ti offriamo, poi sarai sempre tu a decidere: clicca qui

9 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Le Donne