• Accademia del Benessere

Hai scarsa autostima?


L'autostima è l’insieme dei giudizi valutativi che la persona dà di sé stessa.

Quante volte ci sentiamo inadatti in situazioni che richiedono fermezza o capacità decisionale e quante volte avvertiamo quel senso di paralisi che ci impedisce di fare la cosa giusta per noi?

Le emozioni che proviamo e il nostro dialogo interiore sono spesso negative?

Ecco alcuni segnali che denotano una scarsa autostima:

  1. immagine distorta di sé

  2. forte paura delle critiche

  3. lamenti frequenti

  4. negatività e pessimismo

  5. mancanza di gioia

  6. non perdonare i propri errori

  7. essere troppo esigenti

  8. propensione al controllo

Per cambiare ed equilibrare il livello della nostra autostima sono necessari lavoro e consapevolezza per conoscere il punto di partenza: il non amore per sé stessi, e il punto di arrivo, un’autostima bilanciata.

Intanto esaminiamo questi 8 punti.


1. La persona che ha una bassa autostima ha una falsa immagine di sé.

Lo spirito eccessivamente critico verso sé stessi ci fa vedere un’immagine totalmente distorta esagerando i difetti e lasciando da parte le virtù.

Come le persone con disturbi alimentari come l'anoressia o la bulimia, chi ha bassa autostima tende a considerare di essere peggiore di quello che realmente è. Questo fa diminuire sempre di più la sua sicurezza e alla fine, può avere gravi conseguenze, può portarlo ad entrare in un rapporto di dipendenza assoluta o non avere rispetto per la propria vita.

2. Un altro segno di scarsa autostima è tenere troppo in considerazione ciò che pensano gli altri di noi. Infatti, una bassa autostima si nota nel momento in cui la persona viene criticata o contestata, e invece di rispondere in modo educato e civile, risponde attaccando o ferendo i sentimenti altrui.

Si tratta di persone insicure a cui non piace essere notati, altrimenti apparirebbero vulnerabili.

La paura delle critiche e di ciò che diranno gli altri è una costante che può impedirci di interagire in modo sano.

È importante sapere che non possiedi ciò che gli altri pensano di te, ma possiedi ciò che pensi di te stesso.

3. Lamentarsi continuamente denota una scarsa autostima.

Significa non sapersi prendere le proprie responsabilità, dare la colpa agli altri, alle circostanze, alle cose che accadono.

Significa anche non sentirsi padroni fino in fondo della propria esistenza, accettare mille compromessi, per poi lamentarsi delle decisioni prese e vivere di rimpianti.

4. Le persone negative si caratterizzano per vedere sempre "il bicchiere mezzo vuoto", soprattutto negli aspetti che li riguardano. C’è anche quello mezzo pieno, e sono lo stesso bicchiere!

Quindi è bene essere onesti con sé stessi, evitare di essere il nostro

peggior giudice;

valorizzare quelle cose che ci rendono speciali, diversi e con cui ci

sentiamo a nostro agio nell'essere chi siamo.


5. Le persone con una bassa autostima hanno complessi e insicurezze personali. Questa realtà si traduce anche in una mancanza di gioia, la difficoltà di divertirsi, di giocare, di lasciarsi andare, di stare bene.

La vera origine è una forte insicurezza che ci fa vivere una vita a metà.

6. Essere eccessivamente critici non porterà a nient'altro che a un profondo disagio. È necessario accettare il fatto che non siamo perfetti. Ciò può accadere a causa di varie circostanze e una di queste è non essere stati in grado di perdonarci per alcuni errori commessi in passato.

Dobbiamo tenere conto che siamo tutti persone che hanno virtù e anche difetti.

È il primo passo per perdonarci e continuare la nostra vita nel miglior modo possibile. Inoltre, è un esercizio di autoriflessione che dobbiamo fare per sanare il rapporto che abbiamo con noi stessi e per poter perdonare i nostri fallimenti e imperfezioni.

7. Essere troppo esigenti denota una scarsa autostima, perché non ci accontentiamo mai del risultato dei nostri sforzi, pretendiamo performance eccessive da noi stessi e dagli altri, risultando arroganti, poco tolleranti e un po’ antipatici. La forte esigenza che esercitiamo verso gli altri ci fa avere alte aspettative, che spesso vengono deluse, perché gli altri non sono come noi, fanno del loro meglio secondo il loro giudizio e non secondo il nostro.

8. L’insicurezza che contraddistingue una persona con scarsa autostima la porta ad esercitare un controllo smisurato sulle situazioni e sulle persone che la circondano, soffocandole e impedendo loro di avere relazioni sane ed equilibrate.


Ora un suggerimento, un esercizio semplice:

PRIMA scrivi quali sono gli aspetti di te che non ti piacciono.

Una volta che li hai elencati, scrivi di fianco le tue soluzioni: inizia a risolverli uno per uno; ad esempio, se non ti senti a tuo agio con il tuo fisico, inizia a lavorare per superare questa situazione: attività fisica, regime alimentare, cambia stile di abbigliamento;

se non ti piace essere così timido, inizia a fare più progetti con gli amici, eccetera.

Trova tu stesso gli stratagemmi più efficaci per ingannare la tua bassa autostima.

DOPO scrivi quali sono gli aspetti di te che ti piacciono.

È importante che ti rallegri per un momento nel visualizzare questa parte della lista perché poche, pochissime volte, ti concedi una pausa e ti lasci amare e coccolare. Così, prova a ricordare quella lista, mettila nel tuo armadio o in un posto dove puoi vederla tutti i giorni.

Non puoi MAI dimenticare che siamo tutti pieni di qualità e che, se vogliamo possiamo migliorare davvero.

Perché?

Perché nessun altro potrà farlo per noi.

Siamo i veri protagonisti della nostra esistenza, ci conviene viverla al meglio!



Per ottenere quello che vuoi servono strumenti specifici.

E sono proprio questi strumenti quelli che Accademia del Benessere è in grado di fornirti.

Tutto questo parte da: dalla sessione gratuita che ti offriamo, poi sarai sempre tu a decidere: clicca qui

2 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti