• Accademia del Benessere

In Agosto l'Italia chiude

Perchè?


Quante volte ti sei trovato a discutere un progetto, a condividere una strategia, a pianificare delle attività nel momento sbagliato?


A me è successo spesso, tanto che ho imparato che in agosto (e non solo)

l’Italia CHIUDE PER FERIE!


Il mese di maggio per alcune aziende è l’ultimo davvero operativo, poi, tra una cosa e l’altra, si sposta tutto a settembre.


Non si iniziano progetti, non si parte con nuove idee.


E giugno? Qualcosa ancora si fa, ma luglio è tagliato fuori del tutto, anzi bisogna chiudere tutto quello che si è avviato, perché potrebbe “finire il mondo”.


AGOSTO è TABU’.

Tassativamente chiusi per ferie, anche i medici ti dicono che in questo mese non trovi nessuno che ti faccia una visita specialistica, un piccolo intervento…meglio che aspetti settembre!


E poi si fa presto a dire settembre: anche chi ha ripreso a lavorare dalla metà di agosto dice che deve ancora riprendersi dalle vacanze ed è meglio far passare ancora qualche giorno.

Quindi alla fine si ricomincia i primi di ottobre fino alla metà di dicembre, perché dopo è tutto di nuovo sospeso fino alla fine di gennaio.


Una megagalattica idea autolimitante questa!


Quindi, se facciamo un po’ di conti, i mesi veramente operativi sono 7: febbraio, marzo, aprile a metà, con Pasqua e ponti esclusi, maggio, ottobre, novembre, dicembre a metà, con le feste natalizie.


Quante volte mi è capitato di sentirmi dire, dai siamo già a giugno, ormai ne parliamo a settembre; oppure addirittura a novembre.


La domanda mi sorge spontanea, ben sapendo la risposta:

ma, gli altri paesi lavorano così?

Oppure organizzano le vacanze in modo scaglionato, in modo che tutti possano godere del loro diritto al riposo senza fermare un paese?


Cito un aneddoto di Marchionne.

La Fiat in quel periodo perdeva cifre imbarazzanti, la politica industriale andava radicalmente cambiata.

Capitò in Fiat in agosto e trovò la fabbrica chiusa, non c’era nessuno e domandò. “Dove sono tutti?”, alla risposta: “In ferie”, lui irritato rispose:”In ferie da cosa?”.

Lavorò duramente per cambiare quella mentalità e non solo, per riportare la Fiat a guadagnare.


Una speranza: e se provassimo a cambiare questa mentalità?


Semplicistico? Probabile.

Possibile? Forse.



Per ottenere quello che vuoi servono strumenti specifici. E sono proprio questi strumenti quelli che Accademia del Benessere è in grado di fornirti.Tutto questo parte da: dalla sessione gratuita che ti offriamo, poi sarai sempre tu a decidere: clicca qui

7 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

NOIA