• Accademia del Benessere

Puoi trovare davvero la Persona giusta nel ruolo giusto, per la tua azienda?


Segui la storia di questi miei Clienti e degli errori che avevano sempre commesso in assoluta buona fede.

È spesso convinzione del titolare dell’impresa che sia lui stesso il miglior valutatore, perché conosce il lavoro e sa benissimo cosa cerca e cosa vuole dal nuovo assunto.

Vero, ma.

Cosa succede nella maggiora parte delle aziende quando si cerca una persona?

Di solito è l’Imprenditore che in buona fede chiede in giro, va per conoscenze, amici, parenti, collaboratori di fiducia, vicini di casa, altri imprenditori, e così finisce per trovarsi davanti a persone in qualche modo legate da relazioni esistenti, con le quali prendere un impegno diventa molto rischioso.

All’inizio va tutto alla grande, poi con l’arrivo delle prime difficoltà,

arrivano anche le incomprensioni, i contrasti,

e i rapporti di conoscenza, di amicizia o peggio di parentela, subiscono gravi contraccolpi spesso irreversibili. (provato sulla mia pelle)

Ricevo una telefonata da Paola, una mia carissima cliente, che mi chiede se può dare il mio contatto a una sua cliente che sta cercando una persona da inserire nel suo team e non riesce a trovarla.

Avevo fatto già più di una selezione per Paola e le risorse inserite erano proprio quelle giuste, erano stracontenti.

Inoltre avevamo riqualificato tutto lo staff di lavoro, seguendo le competenze e i talenti di ogni elemento del gruppo, creando così una squadra fortissima.

Certamente, le rispondo, volentieri!

Poco dopo mi chiama Eleonora, Imprenditrice assertiva e competente, fissiamo un incontro per conoscerci.

Mi confessa che stava impazzendo per trovare una persona che si occupasse di amministrazione e segreteria, molto delusa e amareggiata, aveva fatto quattro diverse prove in autonomia e nessuna era andata a buon fine.

Si sentiva molto frustrata e si domandava se non fosse lei ad avere pretese troppo elevate, si era messa in discussione, fino a quel momento era convinta di essere capace di fare una selezione in prima persona come aveva fatto in passato, ma si era accorta che non funzionava più e per questo chiedeva il mio aiuto.


Esaminiamo insieme CHI davvero volessero in quel ruolo, quali fossero le loro reali aspettative, capacità tecniche e capacità relazionali.

Fissiamo l’obiettivo di tempo: entro un mese dovevamo assumere la nuova persona.

Quindi ho applicato il mio personale metodo FILTRO TRASVERSALE in 5 passi, attraverso i quali identifico accuratamente la persona migliore per le aspettative complessive dell’azienda.

Utilizzando in modo rigoroso lo schema di screening raggiungo il risultato desiderato senza commettere errori grossolani.

Si tratta di un lavoro che richiede tempo, competenze specifiche e concentrazione, quando si esaminano le Persone, l’argomento è estremamente delicato, bisogna tener conto di tantissimi aspetti, tangibili e soprattutto intangibili.

Nell’arco del periodo previsto abbiamo fatto i colloqui e abbiamo identificato proprio la persona che lei voleva.

Ora a distanza di tempo e con il necessario affiancamento e formazione, la persona inserita è quella che Eleonora davvero desiderava per la sua azienda;

come titolare ha più tempo da dedicare allo sviluppo della sua attività e la sua nuova assistente è una collaboratrice preziosa per svolgere tutto ciò che lei doveva fare da sola, rubando energie a sé stessa e al suo tempo libero.

QUESTA LA TESTIMONIANZA DI ELEONORA:

Di cosa avevate bisogno per la vostra azienda?

Noi stavamo cercando un’impiegata e dopo ben quattro esperienze non positive ci è stata consigliata proprio la figura di Cristina Condello, per cui abbiamo deciso di incontrarla per capire se poteva esserci di aiuto.


Cosa avete trovato in Cristina che non avete incontrato nelle vostre esperienze precedenti?

Già nel primo colloquio ho capito che Cristina aveva un approccio diverso, molto più di ascolto delle nostre esigenze, molto più dedicato al capire le persone da selezionare; ha puntato l'attenzione sulle qualità personali della candidata, dando per assodato che quelle professionali ci dovevano essere, ma non erano sufficienti.


Quali sono state in breve le fasi del percorso che avete seguito e quanto è durata la selezione?

La selezione è durata circa un mese.

Abbiamo fatto un paio di incontri con Cristina per capire bene le esigenze, poi dopo Cristina ha fatto la prima selezione del curriculum, le interviste ai vari candidati, dopo di che ce ne ha proposti tre.

In conclusione come valuteresti i risultati ottenuti?

I risultati che abbiamo ottenuto sono veramente positivi, perchè è arrivata da noi in azienda una ragazza veramente fantastica!

Vorrei aggiungere che c'è stato un momento di difficoltà, perchè la candidata ha avuto un attimo di indecisione: è tornata indietro per esigenze personali e aveva pensato addirittura di rinunciare.

Qui Cristina è stata di supporto nel capire e mediare la situazione che si era creata, ci siamo sentiti capiti!



22 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

NOIA