• Accademia del Benessere

Aumentare l'autostima anche in ambito professionale

Non provi particolare sicurezza nel confrontarti sul posto di lavoro? Hai paura del fallimento e di non essere apprezzato nel tuo ambiente di lavoro?



La società odierna sta diventando sempre più frustrata, stressata, infelice e insoddisfatta. Tutto ciò avrà inevitabilmente un impatto sulla vita privata, sociale e professionale delle persone. La bassa autostima influisce anche sulla carriera e sulle capacità professionali.


Una persona sicura di sé è una persona che può raggiungere i suoi obiettivi, si dedicherà a diversi interessi, vorrà vivere nuove situazioni, cercherà di fare diverse esperienze professionali.

L'autostima sul posto di lavoro è davvero importante, apre molte porte e opportunità, che si possono affrontare se si riesce a sviluppare una mentalità vincente, sicura ed energica.

Perchè non si ha autostima?

L'importante è che nel profondo del cuore, la voglia di fare e di impegnarsi sia sempre presente e attiva per poter raggiungere determinati obiettivi. Ci sono molti fattori lavorativi che influiscono sulla bassa autostima:

  • Il ritmo di lavoro richiesto è veloce e non c'è nemmeno il tempo per riconoscere prestazioni eccezionali. Quando puoi godere di un buon risultato, sarai investito da nuovi problemi, emergenze e decisioni da prendere.

  • I requisiti per la produttività sono molto elevati, i compiti sono in costante aumento e il carico di lavoro non viene valutato costantemente, in modo che le persone abbiano la sensazione di non completare le attività in tempo.

  • Il lavoro è spesso fonte di ansia e stress, quindi il senso di realizzazione personale e professionale scomparirà.


Piccoli passi per migliorare

Il modo più semplice per riempire i serbatoi della tua stima personale consiste nell’assumere comportamenti e atteggiamenti che ti rendano degno di fiducia, proprio riprendendo la definizione vista in partenza. In sostanza, ciò che devi fare per iniziare è chiederti che cosa fai esattamente per meritarti l’autostima.

  • Che cosa fai che ti rende orgoglioso di te?

  • Che cosa fai che ti rende unico?

  • Che cosa fai che ti rende migliore rispetto ad altri in un certo ambito?

  • Che cosa fai di cui vai veramente fiero?

Le persone con un'elevata autostima mostrano una maggiore perseveranza quando perseguono attività a cui sono appassionate o raggiungono obiettivi a cui tengono. È più probabile che comprendano il fallimento e partecipino a nuovi stimoli che li aiutino a dimenticare.

Al contrario, una bassa autostima può portare a una ridotta partecipazione e mancanza di entusiasmo, che si manifesta come un sabotaggio passivo, che è principalmente non partecipazione e poco interessante. In questo caso, le persone hanno maggiori probabilità di rinunciare quando non riescono a raggiungere i loro obiettivi. Se incontrano difficoltà o sentono opinioni contrarie alle loro idee, diffonderanno pensieri di stampo negativo e ritireranno rapidamente la loro energia.

Cosa comporta avere un’alta autostima?

Significa essere in grado di riconoscere, in modo realista, che ognuno di noi ha dei pregi e dei difetti. Da qui si può partire per cercare di migliorare le proprie debolezze, apprezzando i propri punti di forza. Tutto ciò enfatizza una maggiore apertura all’ambiente professionale, una maggiore autonomia e una maggiore fiducia nelle proprie capacità.

Per crescere personalmente e professionalmente bisogna essere determinati e disposti a farlo. Con la giusta motivazione.

51 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti